Sito ufficiale del comune di Senago

Imposta Comunale sugli Immobili - I.C.I.  

INFORMAZIONI:  

 

 

Imposta Municipale Propria

(IMU) SALDO

L´art.13  del Decreto Legge 201/2011 ha reintrodotto l´obbligo del pagamento di un´imposta comunale sugli immobili (IMU) per la casa di abitazione e relative pertinenze e per tutti quegli immobili che godevano di particolari esenzioni deliberate dai Comuni.

 

LE PRINCIPALI  NOVITA´ RISPETTO ALL´ICI:

1)       Abitazione principale:

Vengono meno le esenzioni previste dalla  vecchia ICI sia per le abitazioni principali sia per le abitazioni in uso gratuito a parenti.

L´abitazione principale  viene limitata ad una sola unità catastale ove il  soggetto passivo (contribuente tenuto al versamento) ed il suo nucleo familiare hanno la  residenza anagrafica e la  dimora abituale. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio  comunale, le agevolazioni per l´abitazione principale e le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile;

 

2)       Assegnazione casa coniugale: Ai soli fini dell´applicazione dell´IMU l´assegnazione della casa coniugale al coniuge disposta con provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del  matrimonio, si intende effettuata a titolo di  diritto di abitazione.  Il coniuge assegnatario dell´immobile è obbligato pertanto al pagamento dell´Imu anche nei casi in cui non sia né proprietario né titolare di altro diritto reale e di godimento sul bene.

3)       Pertinenze dell´abitazione principale : Limitazione al numero ed alla tipologia delle pertinenze all´abitazione principale (nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7  considerando  anche quelle eventualmente iscritte in catasto unitamente all´unità ad uso abitativo). Nel caso in cui il titolare possegga più di un fabbricato, rientrante nella stessa categoria catastale,( esempio due box categoria C6 ), verrà considerata pertinenza il fabbricato con la rendita catastale maggiore, salvo diversa dichiarazione del contribuente da presentare entro il termine previsto per il pagamento del saldo.

      4)  Detrazione per abitazione principale: Dall´imposta dovuta per l´abitazione principale e pertinenze,  si detrae una somma complessiva  di € 200,00 da dividere in parti uguali tra i soggetti passivi occupanti l´immobile,  a prescindere dalla percentuale di possesso. La detrazione è maggiorata di 50,00 euro per ogni figlio di età non superiore a 26 anni (fino al giorno del compimento del 26° anno d´età) a patto che dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell´abitazione principale. L´importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione  di base, non può superare l´importo massimo di 400,00 euro.

5)      Base imponibile : La rendita catastale degli immobili, per la determinazione dell´IMU va rivalutata del 5% e poi moltiplicata per un valore che dipende dalla categoria catastale e che di seguito si riporta:

per 160 i fabbricati di categoria da A/1 a A/9; C/2; C/6 e C/7;

per 140 i fabbricati di categoria da B/1 a B/8; C/3; C/4; C/5;

per   80 i fabbricati di categoria A/10 (uffici) e D/5;

per   60 i fabbricati di categoria da D/1; D/2; D/3; D/4; D/6; D/7; D/8; D/9, D/10;

per   55 i fabbricati di categoria C/1 (negozi);

6)      Fabbricati rurali : non è prevista alcuna riduzione; sono soggettI ad imposta esattamente come le altre abitazioni. Per i fabbricati rurali ad uso strumentale (cat. D10) invece è prevista un´aliquota ridotta pari allo 0,2%. Inoltre c´è l´obbligo di accatastare tutti i fabbricati rurali al catasto edilizio urbano entro il 30/11/2012.

      7)   Fabbricati inagibili : Per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell´anno durante il quale sussistono dette condizioni, la base imponibile è ridotta del 50%.

            L´inagibilità o l´inabitabilità sopravvenuta,  non superabile con interventi di manutenzione sia ordinaria che straordinaria, è accertata dall´ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprietario che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa il contribuente ha la facoltà  di presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445.

       8)  Modalità di versamento : Obbligo di versamento dell´Imposta con modello F24. In alternativa dal 01 dicembre 2012, sarà possibile versare l´imposta  anche mediante apposito bollettino postale che ad oggi l´Agenzia delle Entrate non ha ancora reso disponibile.

     9)  Dichiarazione :  considerato che   non sono ancora disponibili né il nuovo modello per la dichiarazione, né le relative istruzioni per la compilazione,  l´ufficio tributi provvederà ad informare l´utenza non appena il Ministero dell´Economia emanerà istruzioni definitive.

10)   Quota d´imposta a favore dello Stato: Tra le novità introdotte dall´IMU vi è l´istituzione di una quota a favore dello Stato pari al  50%  dell´imposta determinata  con l´aliquota di base dello 0,76%. L´aliquota statale grava su tutti gli immobili ad eccezione di quelli qualificati come abitazione principale e pertinenze e di quelli qualificati come fabbricati rurali strumentali all´attività agricola secondo le norme vigenti in materia di IMU.

                    11)   CODICI TRIBUTO :           I602      CODICE CATASTALE COMUNE DI SENAGO

·  3912     ABITAZIONE PRINCIPALE + PERTINENZE

·  3913     FABBRICATI RURALI USO STRUMENTALE

·  3914     TERRENI   -  quota Comune

·  3915     TERRENI   -  quota Stato

·  3916     AREE FABBRICABILI  - quota Comune 

·  3917     AREE FABBRICABILI  - quota Stato

·  3918     ALTRI FABBRICATI   - quota Comune 

·  3919     ALTRI FABBRICATI   - quota Stato

 

 

 

CHI DEVE PAGARE L´IMU:

 

-          I proprietari;

-          I titolari dei diritti reali di godimento vale a dire usufrutto, uso, abitazione ( compreso il coniuge assegnatario della casa coniugale in caso separazione, nonché il coniuge superstite per la casa coniugale ai sensi art. 540 cod. civ.)

-          I Locatari di contratti di locazione finanziaria

 

CALCOLO DELL´IMPOSTA

 

Per ciascun immobile posseduto si devono prendere in considerazione i seguenti elementi:

[1]  Base imponibile = valore dei fabbricati e terreni desumibile dal rogito o dalla visura catastale

              - Mesi di possesso

              - Percentuale di possesso

              -   Aliquota di riferimento

              - Detrazioni eventualmente spettanti

 

AREE FABBRICABILI :  il valore è costituito da quello venale in comune commercio al 1 gennaio dell´anno di imposizione, avendo riguardo alla zona territoriale di ubicazione, all´indice di edificabilità, alla destinazione d´uso consentita ai  prezzi medi rilevati sul mercato dalla vendita di aree aventi analoghe caratteristiche. I valori di riferimento per la determinazione dell´imposta sulle aree fabbricabili sono fissati nella delibera di G.C. n. 58 del 01/04/2010 come di seguito riportato:

 

ZONA DI P.G.T.

INDICI DI EDIFICABILITA´ FONDIARIA

VALORE AREE EDIFICABILI  MC./MQ. AUMENTATO INDICE ISTAT  5,65%                         dal 01/01/2010

 

 

Bb0

3,50 mc/mq

285,26

€/mc

 

Bb1

1,30 mc/mq

264,13

€/mc

 

Bb2

2,00 mc/mq

264,13

€/mc

 

Bb3

si veda all.C ­         

 o documento inquadramento

264,13

€/mc   €/mq

 

               Bb4

Volume assegnato da P.G.T.

264,13

€/mc

 

Bc

1,00 mq/mq

243,00

€/mq

 

Bd

1,00 mq/mq

211,30

€/mq

 

C1

Vedi all.C

30,02

€/mq

 

C2

Vedi all.B

264,13

€/mc

 

D1

Vedi all.B

211,30

€/mq

 

D2

Vedi all.B

211,30

€/mq

 

D3

Vedi all.B

316,95

€/mq

 

D4

Vedi all.B

264,13

€/mq

 

E

//

0,00

 

 

F

//

0,00

 

 

S2

//

31,70

€/mq

 

Sp

//

31,70

€/mq

 

Fasce di rispetto viabilità

//

0,00

 

 

 

 

 

QUANDO PAGARE : Il  SALDO  IMU anno 2012 dovrà essere versato   ENTRO il 17 Dicembre 2012 ­

 

 

12)   IL CONTEGGIO DOVRA´ ESSERE EFFETTUATO PER L´INTERO ANNO SULLA BASE DELLE ALIQUOTE determinate con deliberazione commissariale  n. 26 del 28/02/2012 di seguito riportate e detraendo dall´importo ottenuto il versamento effettuato in acconto; l´importo da versare dovrà essere arrotondato all´euro per difetto se la frazione è inferiore o pari a 49 centesimi, all´euro per eccesso se la frazione è superiore a 49 centesimi.

          Il conteggio potrà essere effettuato  accedendo al sito del Comune all´indirizzo: www.comune.senago.mi.it ­ sulla home page, cliccare sul link " calcolo IMU" ­ dal quale, accedendo al link dell´agenzia del territorio, con il codice fiscale,  è possibile anche visualizzare la propria rendita catastale.

 

 

A PARTIRE DAL 29 OTTOBRE  L´UFFICIO TRIBUTI E´ A DISPOSIZIONE PER IL CALCOLO DELL´IMPOSTA DA VERSARE                                                      SOLO PER I CONTRIBUENTI POSSESSORI DI MASSIMO DUE IMMOBILI SITI SUL TERRITORIO DI SENAGO                                             NEI SEGUENTI GIORNI: LUNEDI´ DALLE ORE 8.30 ALLE ORE 12.00 E GIOVEDI´ DALLE ORE 16.00 ALLE ORE 17.45

 

13)    ALIQUOTE :

tipologia

Aliquote IMU

Aliquota di base ( es.case date in affitto, aree fabbricabili e tutti gli immobili non specificati nelle altre aliquote)

0,76%

Abitazione principale e relative pertinenze nella misura massima di

un´unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6, C/7

 

 

0,57%

Aliquota per gli immobili vuoti **

0,90%

Fabbricati rurali ad uso strumentale

0,20%

Fabbricati rurali a destinazione abitativa

0,57%

** Si precisa che per immobili vuoti si intendono, come disciplinato nel Regolamento IMU all´art. 3 comma 2  ad oggetto " aliquota base altri fabbricati"  gli  immobili vuoti da due o più anni, classificati nel gruppo catastale A con esclusione della categoria A/10;


CHI :  

UFFICIO TRIBUTI


Municipio, Via XXIV Maggio 1

RESPONSABILE:  

Monica Scarpellini

Versione Stampabile Versione Stampabile